Laurearsi

Laurea in modalità telematica

Gli esami di laurea si svolgono a distanza, attraverso l’uso della piattaforma Microsoft Teams ma in modalità diverse che prevedono o escludono la discussione della tesi o dell’elaborato finale.

Oltre alle indicazioni presenti sul sito del corso e sulle pagine dedicate del portale, i laureandi ricevono indicazioni specifiche via e-mail sul loro account @studenti.unimi.it

Informazioni generali

Linee guida per i pareri sull’attribuzione dei punti aggiuntivi sul voto di laurea (formulate dalla Commissione per le pratiche sulle carriere degli studenti il 15 marzo 2016, aggiornate il 22 marzo 2017 e il 14 febbraio 2018, e approvate dal Collegio didattico interdipartimentale il 20 febbraio 2018).

Indicazioni per la compilazione delle richieste da parte degli studenti:

  • le richieste di punti aggiuntivi sul voto di laurea, corredate dalla documentazione attestante le attività svolte dallo studente esternamente all’Università, vanno presentate all’ufficio della Segreteria didattica interdipartimentale di Giurisprudenza, in via Festa del Perdono 7/3;
  • dalla richiesta e dalla documentazione allegata devono risultare con chiarezza il periodo di svolgimento, l’orario, il contenuto dettagliato e l’attinenza all’ambito giuridico delle attività documentate dallo studente. Criteri di valutazione delle richieste: Nel caso di cui all’art. 3, comma 4 lett. A) del regolamento degli esami di laurea magistrale a ciclo unico, e di cui all’art. 2, comma 3, lett. C), del regolamento degli esami di laurea triennale, l’ottenimento di un punto aggiuntivo per stage o tirocini determina automaticamente anche l’attribuzione di 3 CFU per attività pratiche;
  • nel caso degli stage e dei tirocini svolti in Italia, saranno considerati congrui quelli con una durata minima di tre mesi se a tempo pieno (almeno 40 ore alla settimana) e di sei mesi se a tempo parziale (almeno 20 ore alla settimana), attivati, obbligatoriamente, tramite il COSP o altro ente promotore abilitato ai sensi della normativa vigente, e aventi attinenza con il percorso di studi. Gli studi non accreditati possono farlo mediante il link[apre una nuova finestra].
  • Tali requisiti (durata e attivazione tramite COSP o altro organismo abilitato) sono richiesti anche per tutte le diverse ipotesi di pratica professionale antecedente al conseguimento della laurea.
  • i detti requisiti di durata potranno essere in parte derogati per gli stage svolti presso Tribunali o altre istituzioni analoghe, cui si accede con procedure selettive;
  • i detti requisiti di durata potranno essere altresì in parte derogati nel caso di stage svolti all’estero, per i quali, in presenza di un adeguato impegno orario e di una particolare pregnanza dell’attività svolta, è richiesta una durata minima di 3 mesi;
  • nel caso di stage svolti all’estero, si richiede comunque che lo stage sia attivato da ente pubblico o da organismo o ente promotore abilitato ai sensi della normativa in vigore nello stato in cui lo stage si svolge: non saranno pertanto valutate semplici dichiarazioni di imprese o studi professionali privati, che non siano corredate dalla attestazione di un organismo abilitato;
  • nel caso di frequenza di una summer school (valutabile ai sensi dell’art. 4, comma 3, lett. c del Regolamento degli esami di laurea magistrale, o ai sensi dell’art. 2, comma 3, lett. b) del Regolamento degli esami di laurea triennale), è richiesta di norma una durata minima di due settimane; tale requisito di durata potrà essere derogato per summer school organizzate da o in collaborazione con UNIMI, su segnalazione del docente UNIMI di riferimento.
  • l’avere ricoperto cariche negli organi accademici non dà luogo alla proposta di assegnare punti aggiuntivi;
  • le esperienze professionali in ambito giuridico eventualmente valutabili ricadono nella fattispecie di cui alla lettera c) dell’art. 3, comma 4, del Regolamento degli esami di laurea magistrale, e dell’art. 2, comma 3, lett. c) del Regolamento degli esami di laurea triennale: l’attività lavorativa sarà valutabile solo in quanto svolta contemporaneamente al percorso universitario, e solo qualora comporti l’utilizzo in via continuativa e prevalente di specifiche competenze giuridiche e/o economiche, attestate dal CV dello studente da allegarsi alla domanda, per una durata ritenuta adeguata dalla Commissione.
  • in ogni caso, la proposta di attribuzione di un punto aggiuntivo, da assegnarsi previo consenso unanime della Commissione di laurea, ai sensi dell’art. 3, comma 4, lett. c) del Regolamento degli esami di laurea magistrale, al candidato «considerato particolarmente meritevole con riguardo al percorso formativo e alle esperienze extracurricolari», presuppone che il candidato attesti e documenti esperienze (formative, professionali o pratiche) di particolare rilievo e significato, aventi attinenza con il percorso di studio e sviluppate su un adeguato arco temporale.